Un anno e mezzo

Al giro di boa dei 18 mesi, aka un anno e mezzo, una mamma non è più una neomamma e un bambino non è più un neonato, o per lo meno per me e per Viola è stato così.


Quando diventi mamma, infatti, ci sono cose che ti auguri finiscano presto ed anzi, ti ripeti come un mantra che tanto finiranno presto, prima che tu te ne renda conto e che, anche se in quei momenti sembravano situazioni da cui era impossibile venirne fuori, adesso mi guardo indietro e penso che, sì, sono finite in un batter d'occhio! (per fortuna 😜)
- I rigurgiti
Ecco. Quelle cose che macchiano i vesti appena messi, poco prima di uscire, che ti fanno lavare 5 bavette alle 3 di notte perchè se no il giorno dopo non ne avrai neanche una a disposizione e poi è inverno e non si asciuga niente!
Ecco sono finiti da un pezzo, per fortuna! Ora abbiamo solo manine piene di briciole i pane o di biscotto, briciole che, soprattutto la mattina che abbiamo fretta, finiscono sempre nei capelli.. ma è tutta un'altra storia!
- L'ansia della SIDS
Non ho vissuto notti insonni solo perchè ero davvero stanca, ma le prime tre notti di vita di Viola, in ospedale le ho passate praticamente sveglia a guardarla respirare. Quando siamo tornate a casa, abbiamo fatto dormire Viola nella next-to-me accanto al letto in posizione rialzata, ma più di una volta a notte mi svegliavo per controllare che respirasse; io consiglio tanto la next-to-me o culle simili e anche i sacchi nanna, prima del lenzuolo e della coperta. Ora siamo molto più tranquilli da questo punto di vista, ma se mi sveglio di notte, continuo ad andare nella sua cameretta a controllare il suo respiro.
- La cacca fino al collo
Non è un modo di dire, è successo davvero e credo succeda a tutti, anche alle 3 di notte! 😆 Per fortuna adesso, salvo casi di virus intestinali presi all'asilo, questo problema non esiste più e al momento cambiamo anche il pannolino/mutandina in piedi! olè!
- Le coliche
Per fortuna Viola non ne ha sofferto molto, ma alcune sere era il delirio di pianti tremendi ed infiniti, soprattutto perchè erano già le 23.00/24.00 e noi eravamo decisamente stanchi.
Per fortuna (o purtroppo) ora i pianti tremendi li abbiamo solo quando Viola fa i capricci o quando si fa male davvero, però almeno dopo un po' finiscono!
- Il latte e le pappe 
Finalmente Viola mangia tutto quello che mangiamo noi e, soprattutto quando siamo fuori casa, non dobbiamo più avere a che fare con pappette preparate a parte o con lattino in polvere da scaldare e  con l'allattamento (su questo, magari, ne parlerò a parte). Ora siamo molto più liberi e lei decisamente più contenta di mangiare sempre cose nuove (anche perchè è proprio una buona forchetta! 😋)


2 commenti